Le stufe a pellet, pratiche economiche ed ecologiche, arredano l’ambiente e creano un’atmosfera calda e romantica. Non dobbiamo dimenticarci però, che, come tutte le belle cose, possiedono un neo: la pulizia! Questa deve essere costante e accurata al fine di garantire un ottimo funzionamento della nostra stufa a pellet.

Sono molte, infatti, le persone che, prima di acquistare una stufa a pellet, si pongono il problema della pulizia. Domanda lecita, ma a tutto c’è un rimedio! La si può effettuare in autonomia, in questo articolo vi spiegheremo come, oppure, se non ci si sente all’altezza, ci si può rivolgere ad aziende specializzate.

 

come-si-pulisce-la-stufa-a-pellet-modena-sassuolo

La frequenza della pulizia dipende dalla tipo di stufa che abbiamo, da quanto la usiamo e dalla qualità del pellet che bruciamo.

Generalmente, il produttore della stufa a pellet indica nel manuale d’uso la frequenza e le parti da pulire.

Una raccomandazione importante: la pulizia della stufa a pellet deve essere fatta rigorosamente a stufa fredda.

pulire-tubi-canna-fumaria-modena

Cosa pulire?

  • Pulizia del focolare: è consigliabile la pulizia del focolare a stufa fredda prima di ogni accensione con un’aspirapolvere dedicato tipo “bidone”
  • Pulizia del cassetto ceneri: può essere estraibile oppure no e va svuotato con frequenza variabile a seconda dell’utilizzo della stufa, della potenza impostata e del tipo di pellet bruciato. Se il cassetto è estraibile, prima di toglierlo, occorre aspirare la porta del cassetto, estrarlo, svuotarlo, aspirare la cenere presente nel vano cassetto e inserirlo nuovamente assicurandosi che sia ben chiuso per non compromettere il buon funzionamento della stufa.
  • Pulizia del vetro: deve essere fatta a vetro freddo. In commercio esistono molti prodotti, ma si può anche utilizzare un metodo più economico che consiste nell’inumidire con acqua della carta da giornale, passarla nella cenere e pulire il vetro. Se eseguito quotidianamente, questo metodo risulta essere molto efficacie.
come-fare-la-pulizia-annuale-sassuolo
  • Pulizia della caldaia: due volte a stagione deve essere eseguita la pulizia dello scambiatore della caldaia aspirando accuratamente tutta la cenere presente.
  • Pulizia canna fumaria: deve essere eseguita due volte all’anno, all’inizio e metà stagione invernale, oppure tutte le volte che è necessario. Una sua cattiva pulizia causa problemi di combustione, il vetro si annerisce, il braciere si intasa sullo scambiatore si depositano ceneri che causano uno scarso rendimento della stufa. Nel caso in cui non ci si senta in grado o sicuri di effettuare una corretta pulizia della canna fumaria è consigliabile rivolgersi ad un tecnico specializzato.

Inoltre, una volta all’anno, è consigliabile far eseguire da personale qualificato la pulizia straordinaria della stufa a pellet per garantire efficienza e corretto funzionamento!

braciere-stufa-a-pellet

Se dopo aver letto questo articolo pensi di non essere in grado di effettuare in autonomia la pulizia della tua stufa a pellet, niente panico! Ti consigliamo di rivolgerti a Idroterm sas: azienda esperta nel settore che, attiva tra Modena, Carpi, Sassuolo, Rubiera e dintorni, saprà fornirti in modo tempestivo tutta l’assistenza di cui necessiti.