Capita spesso che i due termini vengano utilizzati come sinonimi, sebbene sia un errore. Condizionatore e climatizzatore, infatti, indicano due dispositivi diversi.

Seppur siano entrambi oggetti tecnologici creati allo scopo di modificare la temperatura di un ambiente, non sono la stessa cosa. La differenza tra i due sistemi per raffrescare o riscaldare gli ambienti è presente, sia per caratteristiche intrinseche alla struttura sia per potenzialità e modalità di installazione. Vediamo perché.

Differenza-tra condizionatore-e-climatizzatore-modena-carpi

Il condizionatore raffredda l’aria grazie a del gas e permette solo di regolare la velocità della ventola, non di impostare una determinata temperatura. Esistono poi i condizionatori a caldo che, rispetto a quelli a “freddo”, permettono di riscaldare l’ambiente. Ci sono poi i condizionatori “on-off” che raggiungono la potenza massima sin dall’accensione, e quelli “inverter” che funzionano in modo graduale, consentendo di risparmiare energia quando l’ambiente è freddo.

Anche il climatizzatore, come il condizionatore, raffredda l’aria ma, in più, funge anche da deumidificatore, da filtro e, grazie ad una pompa di calore, è in grado di riscaldare l’ambiente.  Tale dispositivo, inoltre, permette addirittura di impostare la temperatura e il livello di umidità desiderati. Quando si raggiunge la temperatura desiderata, rilevata tramite sensori, il climatizzatore si blocca e si riaccende solo quando serve.

Confronto-condizionatore-e-climatizzatore

Detta in parole molto semplici, il condizionatore è il sistema che permette di controllare l’umidità nell’aria, la temperatura dell’ambiente, la purezza e il giusto livello di circolazione dell’aria, mentre il climatizzatore permette di regolare automaticamente tali funzioni, ottenendo costanza e stabilità nel mantenimento delle potenzialità e controlli sull’aria e la temperatura installati.

Questo significa che il condizionatore e il climatizzatore sono dotati delle stesse funzioni, ma il climatizzatore consente di impostare le condizioni desiderate e di autoregolarsi per stabilizzare determinate le condizioni richieste nell’ambiente nel quale viene installato il sistema.

Migliore-climatizzatore-modena

Quali sono i vantaggi dei due dispositivi in un’ottica ecosostenibile della riduzione delle dispersioni termiche e dei consumi energetici?

La differenza fra climatizzatore e condizionatore risiede anche nei vantaggi: vediamo perché.

Come prima cosa dobbiamo dire che il climatizzatore, grazie all’integrazione con una pompa di calore, può garantire il perfetto soddisfacimento di due bisogni in uno: rinfrescare l’estate e riscaldare l’inverno, andando incontro però ad una sola istallazione all’interno dello stesso luogo.

Quindi, in un’ottica ecosostenibile della riduzione delle dispersioni termiche e dei consumi energetici si potrebbe sostenere che la differenza fra climatizzatore e condizionatore premi l’acquisto del primo.

Quale-condizionatore-scegliere-carpi

Ma non è proprio così, poiché, se si parla, per esempio, di grandi ambienti, è preferibile scegliere di utilizzare un condizionatore mobile piuttosto che un climatizzatore.

Ideale per grandi ambienti che necessitano di un elevato numero di ore per essere rinfrescate, questo sistema di condizionamento portatile consente di rinfrescare di volta in volta una zona della stanza trasportando il sistema di condizionamento nei singoli punti, ottenendo così una temperatura confortevole, senza dispersioni termiche, ma ottimizzando le risorse energetiche.

Se stai pensando di installare un climatizzatore o un condizionatore e vorresti ricevere una consulenza senza impegno, ti consigliamo di rivolgerti a Idroterm Sas, che attiva tra Modena, Carpi, Sassuolo, Rubiera e dintorni saprà fornirti le giuste informazioni al riguardo.