Quando nella nostra abitazione si presenta un problema idraulico è nostro solito chiedere aiuto all’amico o al vicino di casa che si è già trovato ad affrontare un problema simile al nostro; ma difficilmente si riesce a venirne a capo! Il consiglio è sempre quello di rivolgersi al tecnico idraulico di fiducia: prima si prende in mano la situazione, meno danno arrechiamo al nostro impianto e alla nostra abitazione.

Quanto-ristrutturare-impianto-idraulico-sassuolo

Capita molto spesso, infatti, che ci si rivolga ad un tecnico quando orami è troppo tardi e il danno è diventato maggiore di quanto non fosse già all’inizio. Successivamente a diversi sondaggi è emerso che per circa 10 volte l’anno un tecnico idraulico viene chiamato troppo tardi in soccorso di un’abitazione colpita da un allagamento.

Nel 90% dei casi il disastro è da attribuire al cedimento di un flessibile; si tratta di tubazioni, appunto flessibili, che collegano i sanitari ed alcuni elettrodomestici come scalda-acqua, lavatrici, ecc. all’impianto idrico permanente.

Rifare-impianto-idraulico-bagno-modena

Essi, infatti, nel loro insieme, costituiscono la parte più fragile di tutto l’impianto idrico domestico e l’invecchiamento è quasi sempre la causa della loro rottura.

Per questo motivo non possiamo fare a meno di suggerire di controllare spesso questi organi di distribuzione, soprattutto quelli posizionati in posti lontani dalla nostra vista (sotto i lavabi e dietro i bidèt). Una macchia di ruggine in prossimità di un flessibile o un suo cambiamento di colore sono da interpretare come segni/avvisi: ciò significa che la sua sostituzione deve essere eseguita il più presto possibile.

Le condizioni necessarie per poter controllare ed effettuare qualsiasi tipo di riparazione sull’impianto idraulico sono due:

  • La prima è quella di conoscere il posizionamento delle tubature nell’interno dell’unità abitativa.
  • La seconda è essere a conoscenza della struttura e del funzionamento dello scarico delle acque sporche.
E-ora-di-rifare-impianto-idraulico

L’acqua arriva all’interno delle nostre abitazioni grazie ad un acquedotto attraverso la conduttura di adduzione. Nella norma sono due i tipi di acqua che vengono gestiti da un impianto idraulico:

  • Le acque nere: tutte le acque che sono di scarico
  • Le acque chiare: che possono essere di scarico e di carico e che andranno a ricoprire le tubazioni.

Se il tuo impianto idraulico sta invecchiando e vorresti farlo controllare, ti consigliamo di rivolgerti a Idroterm Sas, che attiva tra Modena, Carpi, Sassuolo, Rubiera e dintorni saprà fornirti la giusta assistenza.